Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Sorrento fra i primi set di Sofia Loren

 Giunta nella Terra delle Sirene per girare le riprese di "Pane, Amore e…" con Vittorio De Sica, Tina Pica ed un cast di attori destinato a passare alla storia della cinematografia, la celebre attrice ha indissolubilmente legato il suo nome a quello della Terra delle Sirene.L’ immagine di Sorrento ed il nome di Sofia Loren sono indissolubilmente legati da oltre mezzo secolo; da quando, cioè, la star di fama internazionale – proprio nella Terra delle Sirene – girò le riprese di “Pane, Amore e….” assieme agli indimenticabili Vittorio De Sica e Pina Tica oltre che ad un cast d’ attori destinato a passare alla storia della cinematografia. Regista di quello che presto si sarebbe rivelato un successo – a dispetto di una tiepida accoglienza iniziale della critica – fu Dino Risi che, ancora qualche anno prima della sua recente scomparsa, ricordava quella splendida esperienza come “una bella vacanza”. Parlando del capoluogo peninsulare, con Fabrizio Corallo (autore di “Dino Risi racconta Pane, amore e…”, pubblicato su “Luci del Sud – Sorrento un set per Sofia”, edito da EIDOS nel 1995) il maestro ha avuto modo di ricordare: “Iniziava il boom del turismo e Sorrento (così come Capri, Ravello e la costiera amalfitana) era conosciutissima all' estero, tappa obbligata dei viaggi di turisti americani ed europei per le bellezze naturali e l' atmosfera che aveva stregato nel tempo artisti come Cechov e Caruso. Nei mesi in cui il film fu girato Sorrento aveva ancora un sapore antico, c' erano in giro poche automobili ma tante carrozzelle per turisti con festoni, limoni, arance; i gruppi di ballerini di tarantella che si esibivano negli alberghi; un clima vitale, sensuale ed allegro, sia sul set che fuori, quando tutti, più o meno, si dedicavano all' "acchiappanza", alla caccia alle straniere...”. Riferendosi a Sofia Loren, in quella circostanza, invece, lo stesso Risi ha avuto il modo di ricordare: “Sofia andava a letto ogni sera molto presto ed il mattino dopo arrivava sul set sempre per prima, fresca, riposata e pronta a farsi riprendere nel suo splendore. Era in una fase ascendente della sua carriera, ma era già diventata lo professionista esemplare e rigorosa che è ancora oggi: faceva una vita monacale.
Per lei fare il cinema è stato un po’ come prendere i voti...
L' attrice era appena reduce del successo de “L'oro di Napoli” ed il suo pigmalione, il produttore Carlo Ponti (che in seguito sarebbe diventato suo marito), l' aveva affidata alla guida sicura ed esperta di De Sica che anche sul nostro set si occupava direttamente delle scene che prevedevano Sofia in azione”. In quei mesi Sofia Loren, pur essendo già famosa, divenne una di casa, girando per le strade del centro così come per le marine della Terra delle Sirene e lasciando uno splendido ricordo di sé.
Dopo di allora la Loren è tornata ancora a Sorrento con Lina Wertmuller per girare le riprese de “La casa dei gerani”. E’ stata una nuova esaltante esperienza, in occasione della quale Sorrento ed i sorrentini non hanno mancato di far sentire il proprio affetto ed il proprio calore alla loro beniamina.
Affetto e calore che si rinnovano con il conferimento della cittadinanza onoraria alla celebre attrice.

 


sorrentini nel mondo
Torquato Tasso

Torquato Tasso nacque a Sorrento l’ 11 marzo 1544 da Bernardo (che a ... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Elelonora e Roberto - Cagliari - 11/12/2017
Complimenti, una mostra dell'autentico presepe nell' autentico stile napoletano. ... Continua »

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS