Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Pompei

L’ immensa distesa di stupendi ruderi che si possono ammirare a Pompei rende più affascinante e meno misterioso il passato.
Grazie agli scavi della cittadina vesuviana, oggi è possibile ammirare uno dei più grandi giacimenti archeologici del mondo.E dire che il ritrovamento di tante testimonianze di epoca romana ebbe inizio in maniera strana e quasi casuale.Nelle intenzioni dei progettisti, infatti, i forzati di Re Carlo III di Borbone, agli ordini del colonnello d’Aculbiere, nel 1748 avrebbero dovuto scavare la città di Stabia. Ed, invece, si imbatterono nelle prime tombe di Pompei. Già un paio di secoli prima erano emersi presso le rive del Sarno alcuni avanzi di monumenti, mentre si provvedeva a scavare un canale sotterraneo per convogliarvi le acque del fiume; ma ormai i ricordi di Pompei erano così offuscati che, in inizialmente, non si pensò minimamente di trovarsi di fronte agli scavi della città perduta.Così l’antica città romana, come una sorta di Atlandide, ben presto ha cominciato ad emergere da quel mare di lava che l’aveva sommersa in seguito all’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Gelosa custode di magnifiche testimonianze di un passato remoto, proprio quella lava ha conservato, autentici tesori.
Dovunque si può rimanere incantati nell’ammirare i resti di superbi tempi e di case appartenute a nobili o a plebei; di strade, di monumenti e di negozi. Tra i tanti ruderi si possono ammirare quelli del Foro civile, del grandioso Anfiteatro, del Teatro Grande, delle Terme, della Basilica, del Foro Triangolare.Magnifici sono anche gli affreschi che, a distanza di duemila anni, ancora conservano integra la loro bellezza e testimoniano la singolarità della pittura Pompeiana. La quantità di reperti è tale, insomma, che il visitatore può provare solo l’imbarazzo della scelta. Ciò nonostante anche il più sprovveduto ospite, può provare la sensazione di vivere un’aria antica e cercare di capire le dinamiche che animavano la vita pulsante in quei luoghi. Chiunque, insomma, può incuriosirsi per proprio conto e provare a ricostruirne la storia.
Nessuno, infatti, è capace di non fantasticare e di restare insensibile al fascino di tanta bellezza.Pompei, intanto, sembra rianimarsi e con una voce impercettibile è capace di parlare al cuore di tutti.
 

 

 

 

 


i dintorni
Museo Mineralogico Vico Equense

Dal 1992, minerali, meteoriti, fossili preistorici, gemme e perfino uova di... continua

Ercolano

Cosi' come Pompei, anche questo importante centro fu seppellito dalla eruzi... continua

Positano

Ideale per trascorrere vacanze di ogni genere, Positano - a dispetto delle ... continua

Ravello

Tra le perle di una delle piu' ridenti localita' della Costiera Amalfitana,... continua

Amalfi

La ridente cittadina costiera, non solo conserva intatte molte bellezze sto... continua

Vietri sul Mare

Oltre che per la bellezza delle sue spiagge e della vegetazione che la circ... continua

Capri

Stupenda, affascinante, sensuale ed ammiccante. Non è una donna. E&r... continua

Reggia di Caserta

Capace di competere per bellezza e dimensioni con la Reggia di Versailles, ... continua

Il Vesuvio

Una escursione sul magnifico vulcano puo' riservare varie opportunita'; com... continua

Un insolito tour

A dispetto delle apparenze, si possono ancora visitare bocche vulcaniche at... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Salvatore Orlando - Napoli - 23/07/2017
Una bellezza tutta italiana, partenopea, mondiale. Sophia! Suggestiva ed emozionante la ... Continua »

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS