Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Le rarità floreali del Vallone dei Mulini

Nel magnifico burrone che dista pochi passi dal centro storico di Sorrento, crescono alcune speci di felci considerate rare. A rendere possibile il fenomeno concorrono una serie di fattori quali il tasso di umidita' della zona, l'esposizione solare ed altro ancora.A pochi passi dalla piazza principale di Sorrento si può ammirare il magnifico Vallone dei Mulini che offre un incantevole belvedere grazie al quale affacciarsi su una parte relativamente antica Città del Tasso e, al tempo stesso, di apprezzare alcune particolarità del costone tufaceo ed una suggestiva macchia di verde.Pochi sanno, però, che proprio tra le tante piante che pure rendono affascinante questa insenatura - che fin da epoche remote ha delimitato il centro storico sorrentino – crescono alcune varietà di piante considerate rarissime o quasi scomparse.
Gli studi di alcuni appassionati, infatti, hanno permesso di stabilire che a rendere unica la flora locale, concorre la presenza di una specie di felci (la Phillitis Scolopendrium oltre che la Phillitis vulgaris).A rendere possibile il fenomeno concorrono una serie di fattori quali il tasso di umidità della zona, la quasi totale assenza di ventilazione, l'esposizione solare, la presenza del tufo ed altro ancora.
Sta di fatto che proprio la presenza di questo genere di vegetazione finisce con il generare fantasmagorici giochi. Questi variano secondo l'inclinazione dei raggi solari e conferiscono all’ ambiente un aspetto "leonardesco"
Alcuni specialisti dopo aver individuato queste piante proprio nel Vallone dei Mulini, le hanno descritte ipotizzando che la loro crescita non fosse spontanea: questa tesi, però, è stata smentita dall'esame di alcune stampe prodotte alla fine del XVIII secolo, grazie alle quali è possibile rilevare che si tratta di manifestazioni floreali già presenti da epoche remote.Oltre alle rare specie a queste rare specie di felci, lo stesso Vallone dei Mulini si caratterizza, in ogni caso per la presenza di piante carnivore (anch' esse oggetto di specifici studi), e di folti cespugli di capperi (individuate soprattutto sulle parti più alte del burrone).
Proprio la crescita di questi ultimi esemplari crea qualche perplessità, dal momento che si tratta di specie considerate tipiche luoghi aridi e, dunque, presupporrebbero condizioni generali diverse da quelle considerate ideali per lo sviluppo delle felci.Anche questo fenomeno è oggetto di studio anche se non mancano le difficoltà nel trovare risposte da considerare pienamente esaurienti.
Resta il fatto che al di là di questi aspetti specifici, il Vallone dei Mulini – ancora oggi – è considerato come uno dei più incantevoli scorci della Penisola Sorrentina.
Considerato tra i soggetti ideali per la produzione di stampe e la realizzazione dei dipinti, infatti, la zona grazie alla presenza di una vegetazione quasi incontaminata offre vedute davvero estasianti.

 


natura
Parchi e giardini

Oltre ad offrire una miriade di spunti capaci di catalizzare l’ atten... continua

La macchia mediterranea

Il blu profondo del mare, l’azzurro del cielo, il verde della macchia... continua

Escursione a Punta Campanella

Seguendo un itinerario che dalla frazione di Termini (Massa Lubrense) porta... continua

Il paesaggio dal Capo di Sorrento

Mille particolarita' rendono inconfondibile, allegro, vivo e colorato il mo... continua

I bagni della Regina Giovanna

 L' importante zona archeologica e' stata acquistata dal Municipio del... continua

Trekking subacqueo sull'isolotto del Vervece

Malgrado le sue piccole dimensioni, l' isolotto del Vervece (poco lontano d... continua

Itinerario naturale a Sorrento

Passeggiando da Cesarano a Sant' Agata si puo' seguire un itinerario che al... continua

Passeggiate a Sorrento

Il sentiero di Sant'Antonio offre indimenticabili emozioni a coloro che ama... continua

Il Gheppio

Tra le specie dei rapaci presenti nella Terra delle Sirene figura anche que... continua

Il falco pellegrino

Lungo le coste della terra delle Sirene, ancora oggi, e' possibile assister... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Salvatore Orlando - Napoli - 23/07/2017
Una bellezza tutta italiana, partenopea, mondiale. Sophia! Suggestiva ed emozionante la ... Continua »

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS