Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

La Fondazione Sorrento vi dà il benvenuto!

******************************************************************************************************************

DAL 9 LUGLIO "VISIONI TRASVERSALI NELLA SCULTURA DEL '900 ITALIANO"

Si è conclusa la mostra dedicata alla pittura del '900 italiano, primo momento della rassegna "Visioni trasversali", che continuerà a partire dal 9 luglio con la parte dedicata alla scultura.

“Dobbiamo dire che l’esposizione con i grandi maestri italiani del XX secolo non ha riscosso il successo sperato - commenta il direttore della Fondazione Sorrento, Luigi Gargiulo -. Negli ultimi giorni, però, i numeri sono lentamente cresciuti, forse anche grazie all’arrivo in città di turisti dai migliori gusti culturali. Ora speriamo nel prossimo evento”.
Già a partire da lunedì prossimo i quadri lasceranno il posto alle sculture. Ciò perché dal 9 luglio le sale di Villa Fiorentino accoglieranno le opere di circa 50 maestri italiani della scultura del Novecento. Mostra che sarà inaugurata con una cerimonia ufficiale venerdì 8 luglio, alle ore 19 e che potrà essere visitata fino al primo novembre prossimo.
I cittadini di Sorrento ed i turisti hanno, comunque, già modo di apprezzare alcune delle opere degli artisti grazie alla sistemazione nelle principali piazze di Sorrento di 4 installazioni di elevato pregio: in piazza Andrea Veniero è stata posizionata la “Porta di Edipo” di Augusto Perez; in piazza Sant’Antonino ha trovato posto il “Bifrontale uno” di Pietro Consagra; in piazza Tasso è visibile l’opera “Sviluppo di Forma” di Umberto Mastroianni ed in piazza Angelina Lauro la “Tebe seduta” di Giacomo Manzù. Tra queste installazioni c’è anche il “Grande Contorsionista” di Luciano Minguzzi, collocato nella fontana posta all’ingresso di Villa Fiorentino.
La mostra resterà aperta dal 9 luglio al 1° novembre tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21, sabato domenica e festivi fino alle 22, biglietto d'ingresso € 5, ridotto per gruppi superiori a 20 pax € 3, ridotto studenti € 2.
Opera di Francesco Messina
Opera di Giacomo Manzù

***************************************************************************************

****************************************************************
LE STATUE NELLE PIAZZE DI SORRENTO
Augusto Perez - La Notte - Edipo e la Sfinge  (Piazza Veniero)

Augusto Perez - La Notte - Edipo e la Sfinge (Piazza Veniero)

La porta è mistero, luogo inaccessibile del visibile, barriera ma anche valico e passaggio dal regno dei vivi a quello dei morti. È l’ingresso del labirinto che identifica tutto l’universo plastico di Perez caratterizzato da improvvisi lampi della memoria, da visioni o da lucide intuizioni in un percorso sincopato e irregolare che permette di dare vita ad immagini baluginanti e instabili, riflessive e autoriflessive.
Pietro Consagra - Bifrontale Uno (Piazza S.Antonino)

Pietro Consagra - Bifrontale Uno (Piazza S.Antonino)

La “frontalità” è per Consagra un aspetto della vita, la necessità di stabilire un colloquio diretto fra lo spettatore e la scultura, stabilendo tra essi una interdipendenza espressiva, attraverso la posizione vincolante di un unico punto di vista.
Le tensioni tra pieni e vuoti diventano così metafora degli strati più profondi dell’animo umano e della condizione dell’artista in un colloquio interiore che diventa dialogo, racconto silente, tra uomo e materia.
Umberto Mastroianni - Sviluppo di forma  (Piazza Tasso)

Umberto Mastroianni - Sviluppo di forma (Piazza Tasso)

Mastroianni ricerca il movimento e lo trova nell’energia latente della materia che si sviluppa nello spazio, “celebrandolo” nel superamento delle problematiche dinamiche verso un originaria concezione plastica, sviluppando la struttura arcaica e sacrale di una figura archetipica. Un affascinante discorso, sottolineato dall’incidenza della luce che «scopre» i piani compositivi; dalla saettante scansione della linea che penetra con forza nell’atmosfera; dal ritmo delle masse risolte attraverso una controllata musicalità, che concorrono a definire il senso di una ricerca caratterizzata da vivacità e leggerezza.
Giacomo Manzù - Tebe seduta (Piazza Lauro)

Giacomo Manzù - Tebe seduta (Piazza Lauro)

Il modellato morbido e scabro di questa giovane ragazza seduta in bilico su una sedia si libra nello spazio con una pudica dolcezza, come una primavera remota dalle fattezze mutevoli e appena abbozzate.
Tebe oscilla, si avvita sulla sedia osservando lo spettatore al di là della spalla, in una malinconia elegiaca in equilibrio precario tra la vita e la morte.
Luciano Minguzzi - Grande contorsionista (Fontana Villa Fiorentino)

Luciano Minguzzi - Grande contorsionista (Fontana Villa Fiorentino)

Quello dell’opera di Minguzzi è un movimento in cui le figure perdono massa e peso, mettono a contrasto le spoglie rotondità del corpo, fra tendini e lacerazioni; è una forza oscura che quasi vuole liberarsi da un’impossibile disarticolazione, ma che
invece rimane sempre in equilibrio tra il reale ed il fantastico. È il punto più alto dell’espressionismo contemporaneo che scava in profondità, alla ricerca del senso più intimo, sensuale ed anche più violento della vita nel suo divenire.

**********************************************************************************

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Mario Colorno - 02/06/2016
L'arte non si improvvisa, si fa! Grazie per avercela trasmessa.

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


More Click di Silvana Mennitti Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS